Puzzoni

La foto su Facebook

Una consigliere leghista della Provincia di Monza e Brianza, Donatella Galli, sulla sua pagina Facebook ha messo una foto dell’Italia troncata a metà e ha scritto: “Forza Etna! Forza Vesuvio! Forza Marsili!” Un’esortazione ai tre vulcani per lasciare a galla solo l’immaginaria Padania (pauvresse). Di recente, anche un giornalista del TG Piemonte, Giampiero Amandola, intervistava giulivo alcuni tifosi della Juventus che invocavano l’azione del Vesuvio per spegnere la “puzza” dei napoletani (pauvre homme).

Chi è nato e vive al Sud sa che i nostri problemi sono tanti e si fa molta fatica a risolverli. Noi cittadini abbiamo le nostre responsabilità, forse dovute alla scarsa partecipazione alla cosa pubblica, ma il più delle volte siamo vittime non artefici dei problemi, e sentirsi per questo condannati all’estinzione da altri cittadini di un’inesistente Padania è una cattiveria gratuita e fuori luogo. Anche perché alcuni di loro, per anni, hanno lucrato non poco sui guai del Mezzogiorno, fino a scaricare i loro rifiuti tossici sulle nostre terre, complice quella malavita organizzata del Sud, che poi, forse, proprio attraverso questo meccanismo è entrata negli affari e nelle istituzioni del Nord Italia.

Ci hanno chiamati “puzzoni”. E non è la prima volta. Non molto tempo fa Matteo Salvini, leghista sempre distintosi per atteggiamenti razzisti ed antimeridionali, a Pontida, in una festa del suo partito, si abbandonava a idilliache egloghe in coro con alcuni suoi sodali: “Senti che puzza, scappano anche i cani, / sono tornati i napoletani. / Son colerosi e terremotati, / con il sapon non si sono mai lavati”. Che classe!
Per non parlare del suo degno compare Mario Borghezio, che una volta disse che il Sud d’Italia andava derattizzato dai suoi abitanti-topi. Che stile!

Ora, io capisco che ogni naso ha i suoi punti di… olfatto, ma l’effluvio che si sente nella mia città è soprattutto un altro: quello dell’arte, l’architettura, la storia, l’archeologia, il clima, le tradizioni.

Napoli-Piazza del Plebiscito

Trascuro Salvini e Borghezio, ma se potessi invitare l’autore del servizio trasmesso dal Tg Piemonte, Giampiero Amandola da Nizza Monferrato (provincia di Asti), con tutto il rispetto per le sue incantevoli Langhe e la splendida Torino, potrei fargli sentire l’odore che emana piazza del Plebiscito, Palazzo Reale, la Galleria Umberto, il Teatro San Carlo, Il Duomo, la Basilica di Santa Chiara e il suo Chiostro maiolicato, la chiesa di San Francesco di Paola, quella del Gesù Nuovo e di San Domenico Maggiore. Poi, Castel Sant’Elmo, il Maschio Angioino, Castel dell’Ovo e Castel Capuano. La Cappella di San Severo con il Cristo Velato, Palazzo Donn’Anna, la Villa Imperiale di Pausillipon e Villa Roserbery. E ancora, via Toledo, piazza San Gaetano, piazza Bellini, Napoli Sotterranea, la Chiesa di San Lorenzo Maggiore e i suoi Scavi. Gli farei fare una tirata sulla collina dei Camaldoli e a Posillipo. Lo inviterei a respirare l’aria dei saloni della Reggia di Capodimonte, del Museo Nazionale, della Certosa di San Martino, del Parco Virgiliano, della Floridiana. Gli direi di aspirare forte l’aria di Nisida e del Parco sommerso della Gaiola. Poi, sentire la “puzza” di via San Gregorio Armeno con i suoi presepi, via Tribunali, Spaccanapoli, le Catacombe di San Gennaro, il Conservatorio di San Pietro a Maiella, l’Accademia di Belle Arti, senza trascurare piazza Dante, piazza del Carmine, Villa Pignatelli e la Villa Comunale. Inoltre, Via Caracciolo e la Stazione Marittima e, perché no, per induzione potrebbe annusare l’aria degli Scavi di Ercolano e di Pompei, ed anche la brezza proveniente dalla penisola Sorrentina e la costiera Amalfitana. Lo porterei ad sniffare l’aria del Vesuvio, l’olezzo del Real Orto Botanico e della Baia di Trentaremi, degli Astroni e dei Campi Flegrei e l’acre odore della Solfatara. Ma gli raccomanderei di conservarsi un po’ di fiato per alcuni Palazzi di Napoli: dello Spagnolo, Trabucco, Pignatelli di Monteleone, de Sangro, Filomarino, Carafa della Spina, Maddaloni. Gli consiglierei di inspirare davanti al Real Albergo dei Poveri, la biblioteca dei Girolamini, l’Università Federico II, l’Istituto Italiano per gli studi filosofici e l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, … … …

Ma oltre ai luoghi, gli parlerei dei tanti “puzzoni” che sono nati e vissuti in questa città: Luigi Vanvitelli, Francesco Caracciolo, Mario Pagano, Luisa Sanfelice, Domenico Cirillo, Vincenzo Russo, Gianbattista Basile, Gennaro Serra di Cassano, Benedetto Croce, Salvatore Di Giacomo, Eduardo Nicolardi, Libero Bovio, Raffaele Viviani, E.A. Mario, Giuseppe Marotta, Ettore De Mura, Vincenzo Gemito, Saverio Mercadante, Eduardo Scarpetta, Massimo Stanzione, Cosimo Fanzago, Enrico Caruso, Eduardo, Peppino e Titina De Filippo, Giovanni Capurro, Renato Carosone, Raimondo De Sangro, Francesco De Sanctis, Roberto Murolo, Vincenzo Cuoco, Francesco Rosi, Roberto De Simone, Matilde Serao, Luigi Compagnone, Raffaele La Capria, Giuseppe Patroni Griffi, Domenico Rea , Antonio Ghirelli, Massimo Troisi, Roberto Saviano, Riccardo Muti, Toni Servillo, James Senese, Gian Lorenzo Bernini, Eugenio Bennato, Renato Caccioppoli, Luca Giordano, Gianbattista Vico, Antonio De Curtis (Totò), Francesco Mastriani … … …

L’intervista di G. Amandola

Per il suo volgare servizio, lei ha pagato, signor Amandola. Non sono contento ma neanche mi rincresce. Mi dolgo invece per quei ragazzi che cantavano “Vesuvio lavali tu”, per altro con un malcelato accento meridionale. È il processo d’inversione della colpa, dove la vittima indossa i panni del carnefice. La loro stupidità, da lei strumentalizzata, mi fa pena. E mi auguro che almeno di questo lei abbia fatto ammenda.
Glielo dico con eleganza. Con la mia eleganza, però. L’eleganza di un italiano, prima che uomo del Sud, figlio orgoglioso del Rinascimento e della Resistenza. Mi rivolgo a lei e a tutti quelli che perseverano a fiatare idiozie su questa meravigliosa e martoriata città. E lo dico con la stessa eleganza persino a Salvini e Borghezio.

mimmo

Annunci

4 thoughts on “Puzzoni

  1. Ci risiamo con i luoghi comuni (gente del sud brutta sporca e cattiva!!) e con gli ignoranti, che come ben tu dici Mimmo, non conoscono niente della splendida cultura partenopea e del sud in generale. Mi fanno veramente pena perchè si credono molto intelligenti (anche se, a ben vedere la faccia del “trota”, possiamo tranquillamente sfatare questo mito), preparati perchè hanno studiato nelle scuole e nelle università del nord e pronti per il mondo del lavoro, ma certo non quello della bassa manovalanza (quella è riservata alle persone del sud), quella dei “capoccioni”, dei professoroni.
    Ora tralasciamo quelli che al nord ci sono nati da generazioni, ma certo non si possono giustificare e perdonare quelli del sud che si sono lì trapiantati per lavoro, ci hanno anche cresciuto i figli, ed ora rinnegano le loro origini ed il loro passato, magari tifando anche juventus, inter e milan.
    E soprattutto non è ammissibile che non tramandino le loro origini ai figli, non facciano conoscere loro quanto la terra d’origine sia bella e ricca di valori.
    Sono nata nella capitale, tra il nord e il sud, ma adoro quest’ultimo e la loro gente solare, anche perchè le mie origni (che non rinnegherò mai anzi me ne vanto con chiunque) sono napoletane! Spero tanto che mi leggano sia gli abitanti del nord che coloro che ci si sono dovuti trasferire per forza di cose, e che meditino!
    Ciao. Laura

  2. Ma tu credi che personaggi come salvini e borghezio (il minuscolo è dovutamente voluto) capiscano che la lista citata non è una parte dell’elenco telefonico?
    Se così fosse la lega, non sarebbe mai nata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...