A Natale puoi

albero di libriA Natale puoi
…………………………
è Natale e a Natale si può amare di più.

Così canta la canzoncina, ormai divenuta famosa per la pubblicità di un pandoro. In fondo, non è altro che la trasposizione musicale del corrente “A Natale dobbiamo essere tutti più buoni”. Un luogo comune? Un’ipocrisia? O, forse, il desiderio recondito di volersi più bene?

Massimo Troisi, invece, proponeva di essere cattivissimi in questo giorno e buoni, disponibili e rispettosi per gli altri 364 giorni dell’anno. Su questa falsariga, il mio compianto amico Vincenzo Ridi, un anno fa mi mandò un racconto per mimmoblog: “Giuseppe B. – Una storia di Natale”, che non sarebbe male rileggere.
Comunque, al di là della facile retorica, sia Massimo che Vincenzo, cercavano di penetrare nell’animo umano e metterlo in relazione positiva con gli altri, come modo di essere e non solo di fare.

“Ama il prossimo tuo come te stesso” è il precetto evangelico. A noi, che siamo laici, basterebbe il semplice richiamo al rispetto per l’altrui persona. Sarebbe sufficiente non giudicare, ma confrontarsi con le diverse filosofie politiche, sociali, religiose, etniche, culturali. Ecco, questo sarebbe un bel modo di festeggiare un Natale lungo 365 giorni.

Quest’anno, come immagine abbiamo scelto un albero di Natale formato da libri, uno straordinario strumento di crescita intellettuale. I libri contengono parole, e le parole, come dice José Saramago, sono date, scambiate, offerte, vendute e inventate… Le parole consigliano, suggeriscono, insinuano, ordinano, impongono, segregano, eliminano…
E di parole, noi ne abbiamo usate parecchie. Le ho usate io e i tanti amici che hanno arricchito questo blog:

Marco Martucci, Luciano Mirarchi, Francesco Barone, Marino Longoni, Orsobianco, Peppino Zipparri, Fulvio, Maria Mirarchi, Franco Buffoni, Cantastorie, Vauro Senesi, Laura, Stefania Ciocca, don Andrea Gallo, Raffaele Mirarchi, Luca Lesignoli, Vito Mancuso, Antonella Pedicelli, Matteo Morgante, Sergio Staino, Cristina Obber, Cristina Gaiotto, Evelina Dietmann, Massimo Gramellini, Gigi Ciovati, Alberto Maggi, Gioacchino la Greca, Francesco Varani, Antonio De Luca, Alessandro Baoli, Enea Berardi, Francesco Tullio Altan, Domenico De Felice, Giuseppe Montoro, Marco Henry, Gian Antonio Stella, Stefano Castelli, Briciolanellatte, Irene Lucchesi, Giovanni Monda, Iris Balestri, Umberto Galimberti, Gianfranco Mancini, Filippo Gaeta.

A loro, e, naturalmente, a tutti i lettori e i commentatori dei post pubblicati, che li hanno impreziositi con le loro parole di critica o di apprezzamento, sul blog stesso, ma anche attraverso Facebook, Google+ e servendosi della posta elettronica, vanno gli auguri di un sereno Natale e gli auspici per un migliore 2014.

mimmo

Annunci

2 thoughts on “A Natale puoi

  1. I migliori auguri da parte mia vanno a te, Elena, i tuoi ragazzi e i tuoi meravigliosi nipoti.
    La vita ci pone sempre davanti a prove durissime, a scelte, a volte a compromessi e in tutto il corso dell’anno siamo presi ad affrontare queste battaglie.
    E così dobbiamo permetterci nei giorni delle feste natalizie di essere un pò più sereni, più ottimisti, più vicini gli uni agli altri.
    Quindi un grosso abbraccio a te e agli amici che hanno condiviso la tua bella avventuare su questo blog.
    BUON NATALE E SERENO ANNO NUOVO

    LAURA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...