L’apparire prima dell’essere

maschera 2Per molti apparire è molto importante. Rappresenta l’emblema di uno status, l’appartenenza a una categoria sociale. Per costoro, spesso, l’apparire conta più dell’essere, fino a giungere al paradosso che chi non appare non è. E per chi è dentro questa esagerazione significa cercare e avere spettatori. Esibirsi, mostrarsi, recitare, essere individuati e percepiti con lo scopo di essere accettati, ammessi e legittimati. Per poi sentirsi appagati.

Persone vanitose all’inseguimento del potere anche nel loro piccolo mondo, che guardano all’esteriorità piuttosto che all’interiorità. Individui alla continua ricerca di un “travestimento” per recitare una parte che li conduca al centro dell’attenzione generale, ma anche a caccia di potere e prestigio da ottenere attraverso vestiti griffati, auto di grossa cilindrata, telefonini ultimo modello. Oggetti che sono soltanto feticci da mettere in mostra, riverberi del proprio ‘io’ da esibire. Lo scopo è raggiungere beni che in genere sono prerogativa solo dei ceti superiori a quello di appartenenza, anche a detrimento di altri più necessari. Questi insignificanti personaggi non sono alla ricerca di benessere e comodità, ma solo di oggetti utili a disegnare uno status superiore. Non inseguono la soddisfazione di un desiderio, ma la conquista di cose che pochi hanno, al fine di smarcarsi dalla massa a cui appartengono, e pur di piacere agli altri sono disposti a soffocare la propria identità, perché l’obiettivo permanente è, sempre e soltanto, avere successo.

E per il successo giungono a “vendere” la personale individualità come se fosse una merce. Il rapporto con gli altri assume carattere mercantile è conta solo apparire desiderabile. Il proprio “io” è in permanente mutazione, tutto teso ad andare incontro ai desideri mutabili del “mercato”. Conquistare la simpatia altrui è la forma di realizzazione personale che perseguono. Nella loro cultura il confronto, unica possibilità di crescita interiore, non trova cittadinanza. E per mostrarsi informati leggono flash d’agenzia e titoli di giornali senza curarne l’approfondimento, laddove conoscere significa penetrare sotto la superficie e vedere la realtà senza paludamenti. Nella discussione usano slogan e luoghi comuni sperimentati e presentano un inconsistente filosofia di vita che tende a una saccente ostentazione di saggezza.

Chi nutre esclusivo interesse per l’avere è un individuo nevrotico, prigioniero di una specie di droga che crea un’artificiale sensazione di potere. Per costoro la felicità consiste nel possedere ed esibire un marchio, una griffa. Ma la sola vita “estetica”, o meglio l’apparire per essere, conduce al vuoto della propria esistenza. È un bluff. È l’offuscamento del proprio essere. Uno status che alla lunga presenta il conto, sbatte in faccia le illusioni e costringe a prendere coscienza di come effettivamente la vita andrebbe vissuta.

Il vero benessere, invece, è imparare ad essere. Comprendere che ciò che veramente conta non è la modalità con cui si espone la propria persona, ma l’affermazione della propria valenza culturale per proporsi come veramente si è. La modalità dell’essere comporta l’abbandono di travestimenti e copioni, nonché la conquista dell’indipendenza e il possesso della ragion critica.

Se sono ciò che sono e non ciò che ho, nessuno può privarmi della mia sicurezza né del mio senso di identità, e neppure minacciare di farlo. Il mio centro è dentro di me; la mia capacità di essere e di esprimere i miei poteri essenziali è parte integrante della mia struttura caratteriale e da me dipende. (Erich Fromm)

Quindi, meglio essere molto che avere molto. Ecco perché Francesco d’Assisi abbandonò tutto quello che possedeva: egli voleva essere.

mimmo

Annunci

One thought on “L’apparire prima dell’essere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...