Processo alla medicina (ufficiale)

artrosi 1Quanta gente c’è che ognuno di noi conosce con qualche dolore?
Schiena, collo, ma anche ginocchia, spalla, etc… Soprattutto ad una certa età è un calvario, ma anche prima può capitare. E la trafila è sempre la stessa: medico di base, specialista (di che? non importa ma l’importante è essere specialisti) e poi fisioterapia manuale o strumentale, ma molto spesso farmaci, tanti farmaci tutti rigorosamente tossici, dannosi e inutili e tanti soldi spesi tra i soliti “specialisti”, terapie, medicinali, tempo. I risultati, di solito, scarsi o nulli.

Ma com’è possibile? L’uomo che va sulla Luna da quarantacinque anni, che ha sviluppato tecnologie incredibili in tutti i settori, che usa sofisticati computer e telefonini tutti i giorni, non è capace di curare qualche dolorino? Quello che non torna è soprattutto la differenza tra costi e risultati, e qualche dubbietto viene.
Cure e terapie non mancano, anzi ce ne sono anche troppe, basta accendere la televisione e vedere quanti spot passano. Un vero caos che dà l’idea di essere creato ad arte per non risolvere nulla, ma per alimentare un mercato gigantesco dal quale molti traggono grossi profitti. Le case farmaceutiche innanzitutto, mostri del business, spregiudicate almeno quanto i loro colleghi della finanza, dell’energia, etc… in grado evidentemente di dettare le loro regole a tutto il sistema, cioè alle istituzioni, allo Stato che dovrebbe controllare, alle Regioni, alla politica. E poi i medici, che al sistema si adeguano, per convenienza o per comodità, esercitando sui disgraziati pazienti la loro autorità. Eppure siamo sicuri che i rimedi efficaci esistono, nascosti, boicottati, emarginati seppur conosciuti da millenni. Il guaio è che costano poco o niente e non arricchiscono nessuno, anzi annullerebbero quel gigantesco business di cure inutili di cui è fatta ormai la cosiddetta “medicina ufficiale”.

D’altronde, è un po’ lo stesso meccanismo che ci obbliga ad usare il petrolio invece delle rinnovabili, se ci pensate.

Luca Colli

Annunci

2 thoughts on “Processo alla medicina (ufficiale)

  1. a ciò si deve aggiungere la denuncia di Gino Strada riguardo ai limiti da non superare in alcun modo risultanti dalle analisi e dagli esami di laboratorio. Tali limiti sono stati artificiosamente abbassati allo scopo di aumentare la vendita di farmaci. Inoltre, per eliminare un occasionale bruciore di stomaco, un medico consigliò l’uso del bicarbonato di sodio; richiesto di spiegazioni stante la molteplicità di prodotti in commercio reclamizzati a tale scopo, lui spiegò che il motivo della mancata prescrizione stava nel bassissimo costo del bicarbonato.

  2. Sì, certamente c’è del vero, molto. Ma suggerimenti concreti per le alternative… sono molto interessato vista l’incipiente vecchiaia e con i primi dolori già in atto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...