Per ora, 80…

paperino 1È un antieroe per eccellenza, l’incarnazione dell’uomo medio moderno, con le sue frustrazioni, i suoi problemi, le sue nevrosi. È Donald Duck, Paolino Paperino, a tutti noto semplicemente come Paperino.

Nato come personaggio negativo, scansafatiche e un po’ egoista, diventò sin dal primo momento l’eroe preferito da grandi e piccoli. A differenza di Topolino, ha tutta l’aria di un cattivo esempio, ma la sua prorompente simpatia lo fa preferire alla perfezione del primo. Topolino vince sempre, Paperino sembra un perdente, ma la verità è che non ha alcuna voglia di vincere, perché vincere costa fatica e lui preferisce starsene sdraiato a poltrire.

Io l’ho scoperto da bambino. Avevo sei o sette anni e spesso mi fermavo per qualche giorno a casa del mio amatissimo nonno Mimì. Era l’immediato dopoguerra e i fumetti erano prerogativa di pochi, in quanto le condizioni economiche della maggior parte della gente erano piuttosto precarie. E noi, tra questi. Ma il nonno aveva un amico edicolante, al quale chiedeva in prestito, per me, i “giornaletti” (li chiamava così).
«Mi raccomando» mi diceva «non aprirli troppo, perché li dobbiamo restituire». Ed io li spiegavo pochissimo per cercare di lasciarli pressoché intonsi e intravedere di sbieco le avventure di quel papero che ha accompagnato alcune ore della mia fanciullezza.

Oggi Paperino compie ottant’anni. Tra Peppa Pig e lui c’è un abisso culturale e pedagogico, ma la famiglia dei porcellini rosa imperversa in tv, sui quaderni, le cartelle, i giochi, i palloncini e lo trovi impresso su qualsiasi forma di gadget. I bambini la cercano, la pretendono in regalo, ma non so se la preferiscono davvero. La moda, il mercato oggi impone Peppa, ma non credo che la piccola scrofa, se volete anche simpatica, riesca nel tempo a resistere nel cuore dei miei nipoti e di tanti coetanei, una volta diventati adulti.

Buon compleanno, Paperino, noi ti ricordiamo con affetto e ancor oggi non disdegniamo di leggere qualche tua avventura.

mimmo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...